Filippo Dal Fiore

on37qi - fhwkht - od9tla - 9hb937 - 01updz - vhnwvs - sut8dn - x8eo8k

BLOG in italiano

Verso il tramonto del liberismo?

April 16, 2020 No Comments»
4015023-richard-dawson-quote-sometimes-when-you-do-the-music-for-a-play

In questo periodo di quarantena ci confrontiamo con inedite limitazioni alle nostre libertà individuali. Mi è concesso di riprendere a correre fuori casa in questi giorni, ma rimanendo all’interno di un perimetro urbano molto ristretto: penso, forse per la prima volta nella mia vita, a che cosa vuol dire vivere in quello che in Occidente chiameremmo un regime autoritario. E’ una sensazione ambivalente: da un lato mi sento frenato e impotente; dall’altro mi sento sollevato dal fatto di poter sempre e comunque fare quello che voglio.

Non è forse sia caso se questo periodo di forti limitazioni arrivi al culmine di un momento storico in cui abbiamo elevato le libertà individuali a massimo valore. La conformazione e la cultura delle società attuale e delle sue istituzioni sono “libertarie”: dopo l’epoca dei fascismi, se ne è aperta un’altra che per reazione si orienta verso un liberismo sempre più spinto, in tutte le sfere di vita. Ce n’era bisogno, e per molti questo orientamento ci ha consentito di viaggiare lontano e velocemente nel nostro percorso evolutivo, ma ora ci troviamo quanto mai difronte ai limiti di questa filosofia.

Continua...

Transitare verso un nuovo sistema

April 1, 2020 No Comments»
6a00d8341c109653ef01b8d1f09b31970c

Sono passate ormai molte settimane dall’avvio della crisi globale del Coronavirus. Scopriamo ora più che mai quanto interconnessi siamo tutti in questo mondo, e una difficoltà che inizialmente appariva confinata a un singolo paese in poco tempo si espande in molti altri senza consenso ne prevedibilità.

Difronte al diffondersi di un singolo agente patogeno, l’intero sistema economico-sociale planetario si ritrova ad esperire un inedito ed imponente blocco. Quella che era crescita economica diventa improvvisamente decrescita, con gli stati nazionali che – nonostante i deficit – erogano denaro di maniera diretta ai propri cittadini. Dall’oggi al domani la maggior parte delle persone non si muovono ne’ lavorano più come prima, acquisendo una prospettiva diversa su quello che prima consideravano il funzionamento normale della propria società.

Continua...

Riscoprire la nostra forza, per un futuro migliore

March 22, 2020 2 Comments
alba_iss-630x360

E’ difficile restare tranquilli in questo periodo così delicato, ma è possibile.
E’ difficile restare sereni nella fase di transizione che stiamo vivendo, ma è possibile.

Sono sopraffatto dall’emozione ieri sera, rendendomi conto della rapidità con cui così tante vite umane ci stanno lasciando per imbarcarsi nel loro ultimo grande viaggio. Questa mattina è il cuore stesso che mi porta al computer e che guida le mie parole, per condividere quella positività che con tanta determinazione giorno dopo giorno, e per grazia di Dio, riesco a costruire.

Continua...

Sui valori umani: un viaggio dalla perfezione all’amore

December 6, 2019 No Comments»
l-uomo-vitruviano-di-leonardo-da-vinci_zoom

“Imperfezione. Una storia naturale”. Questo il titolo di un saggio di Telmo Pievani, oltre che di una sua recente conferenza a cui anche io partecipo. Rimane dentro di me uno stimolo a riflettere sul tema della perfezione, e sento che è arrivato il momento di mettere un po’ di ordine nei miei appunti…

La tesi principali sostenuta dall’accademico padovano è che il mondo naturale, lungi dall’essere un esempio di perfezione, presenta innumerevoli casi di evoluzione imperfetta. Lo studio del genoma umano e animale, per esempio, rivela che esso è pieno di asimmetrie, ridondanze e “rattoppi”. L’universo stesso cresce attraverso imperfezioni, tanto che Pievani sostiene che l’evoluzione “non è un ingegnere che ottimizza le sue invenzioni, ma un artigiano che fa quel che può e trasforma con fantasia il materiale a disposizione, arrangiandosi e rimaneggiando”.

Riconoscere che anche la natura è imperfetta, secondo l’autore, solleva gli esseri umani da un rigore e un’ansia da prestazione che non sono realmente necessari. L’insegnamento della natura è invece quello di accogliere tutte le diversità e le fragilità in gioco, perché lungi dall’essere dei difetti esse rappresentano i mattoni dell’evoluzione.

Continua...

Dal paradigma industriale al paradigma naturale

November 25, 2019 No Comments»
2016-06-08-1465349504-258916-paradigmshiftrs-thumb

Più proseguo nel mio cammino di comprensione della società in cui viviamo, più mi rendo conto di come il modello di pensiero dominante sia un’eredità dell’era industriale. Nonostante i segnali di apertura verso un nuovo paradigma, quest’ultimo non ha ancora preso forma compiuta, testimone il fatto che non riusciamo ancora a definirlo con un termine proprio ma solo in contrapposizione con il conosciuto (parliamo quindi di epoca “post-industriale” e più in generale di “post-modernità”).

Se dovessi mettere in fila le principali caratteristiche del mindset industriale, elencherei le seguenti:
(1) prevedibilità (2) controllo (3) centralizzazione decisionale, impostazione top-down (4) standardizzazione (5) massimizzazione (6) perfezione come assenza di errore rispetto allo standard.
Tali caratteristiche sono anche valori relativi, e in quanto tali hanno generato nel tempo degli ambiti di resistenza e di contro-valore da cui sembra prendere forma un paradigma alternativo:
(1) tolleranza dell’incertezza (2) fiducia (3) decentralizzazione decisionale, emersione bottom-up (4) personalizzazione (5) ottimizzazione
(6) accettazione dell’errore come opportunità evolutiva.

Continua...

RSS Feed