Filippo Dal Fiore

on37qi - fhwkht - od9tla - 9hb937 - 01updz - vhnwvs - sut8dn - x8eo8k

Archivio

Protagonisti della nostra vita

January 31, 2014 No Comments»
protagonisti_UCLA

In un modo o nell’altro ho voltato pagina. Assecondando le mie inclinazioni, a poco a poco ho abbandonato il settore tecnologico per continuare il mio percorso professionale sui temi della sostenibilita’. Mi sento piu’ soddisfatto e realizzato, e mi domando: quante volte tutti noi viviamo una vita etero-diretta, cercando di compiacere una qualche aspettativa che percepiamo su di noi, piuttosto che auto-diretta, fidandoci del nostro intuito e di quello che ci gratifica piu’ profondamente?

A me sono serviti anni per capire che la strada che stavo percorrendo non mi apparteneva veramente, o meglio, mi apparteneva come fase formativa ma non era una maturita’ professionale di lungo periodo. Sono dovuto passare attraverso il “fallimento” (tutti i progetti sono andati improvvisamente storti), per accettare che in quel campo e con quelle modalita’ io non avrei potuto avere “successo”. Leggi del destino e dell’economia a parte, il mio modo di fare e di pensare non si addiceva a quella sfera professionale: stavo rincorrendo degli obiettivi che in fin dei conti non sentivo miei, e la cattiva sorte e’ arrivata paradossalmente in soccorso per aiutarmi a capirlo (qualche sberla me la sarei volentieri risparmiata, ma questo e’ un altro discorso..).

Continua...

Alla riconquista del significato del lavoro

January 20, 2014 No Comments»
Millenial-Generation-Expected-to-change-meaning-of-work_TORKUSA

Sono di ritorno da Lione, reduce da tre giorni intensi di lavoro con i responsabili della comunicazione di alcune grandi multinazionali del mondo. Il tema del workshop riguardava la capacita’ di riassegnare significato e valori all’operato dei giganteschi gruppi industriali di oggi: nell’epoca della corsa forsennata della competizione globale, come garantirsi che imprese e lavoratori non perdano di vista il fine ultimo della loro esistenza? Come far si’ che l’orientamento all’operativita’, alla tecnica, e in ultima istanza al profitto non oscuri una missione piu’ alta di servizio?

Il problema sembra filosofico, ma in realta’ e’ molto concreto: in tutti i settori sono sempre piu’ i casi di aziende che sembrano dimenticare la loro funzione originaria, per abbracciare qualsiasi “diavoleria” permetta loro di diventare ancora piu’ grandi (il caso delle banche diventate casino’ e’ esemplare). La pressione degli azionisti incentiva i dirigenti a spostare il focus dell’attenzione dal prodotto al profitto, accorciando gli orizzonti mentali ai numeri del prossimo trimestre finanziario. L’azienda intera si ritrova schiacciata sull’operativita’, ed e’ sempre piu’ difficile riuscire ad alzare lo sguardo per vedere piu’ lontano degli altri o piu’ semplicemente per capire cosa stia succedendo.

Continua...

Il valore del territorio

January 8, 2014 No Comments»
val_d_adige

Entri in Trentino e ti sembra di entrare in un altro paese.
I vigneti della Val D’Adige e le cime dolomitiche fanno presto dimenticare il paesaggio urbano-industriale dell’A4, l’autostrada che costeggia il versante Sud delle Alpi ed e’ l’emblema dell’impressionante dinamismo della Pianura Padana.

Scopro l’anima dell’economia trentina e ne rimango affascinato: come mai prima d’ora apprezzo cosa possa volere dire valorizzare il territorio e le comunita’ locali. Sembra che in Trentino gli attori economici siano riusciti a fare sistema, contenendo le spinte individualistiche in nome della collettivita’ Trentina, ovvero dei significati e dell’identita’ sottesi nel tanto pubblicizzato marchio Trentino.

Continua...